Tag: Regolazioni
Post Image
METTERE A SEGNO LE VELE: LA RANDA (Parte 8)

Nel numero di Maggio di questo Giornalino, avevo accennato alla presenza dei filetti (di cotone o di nylon) sulla balumina della randa, in corrispondenza delle quattro stecche. L’articolo si concludeva così:“Abbiamo inoltre a disposizione, in corrispondenza di ogni stecca, gli indicatori di flusso (i filetti) , che sono uno strumento prezioso per affinare la nostra […]

Post Image
METTERE A SEGNO LE VELE: la regolazione della randa (6)

La regolazione fine delle vele, quindi anche della randa, deve essere effettuata con barca in movimento. E’ quindi importante, per prima cosa, “far partire” la barca facendo in modo che la randa abbia da subito una buona efficienza. Come fare? Innanzitutto è molto importante l’azione del timoniere, che deve governare tenendo una prua stabile rispetto […]

Post Image
METTERE A SEGNO LE VELE: LA REGOLAZIONE DELLA RANDA (5)

Prime di affrontare questo argomento vale la pena accennare brevemente all’evoluzione che, nel tempo, i progetti delle barche hanno subito, con particolare riferimento ai piani velici. Fino a metà degli anni ’90 la superficie della vela di prua rappresentava almeno il 60% del totale dei metri quadri di tela, quindi la superficie della randa arrivava […]

Post Image
METTERE A SEGNO LE VELE (4)

Per completare la parte dedicata alla regolazione della vela di prua parliamo adesso dello svergolamento. La velocità del vento reale aumenta con l’aumentare dell’altezza, mentre il vento velocità rimane costante. Quindi verso l’alto il vento apparente ha maggiore intensità ed un angolo maggiore rispetto alla prua. E’ quindi necessario, per una regolazione ottimale, modificare la […]

Post Image
METTERE A SEGNO LE VELE (2)

Nel numero di Ottobre abbiamo visto come, con qualche semplice accorgimento, si possa ottenere rapidamente da randa e vela di prua una spinta soddisfacente. Tuttavia, con ulteriori regolazioni, possiamo incrementare l’efficacia del piano velico, migliorando le prestazioni della barca. Prima di entrare nei particolari è necessaria una premessa che trae origine da una legittima domanda […]