Cari aspiranti regatanti, eccoci al secondo numero di Pillole di regata. Dopo aver parlato dei percorsi e come orientarsi sul campo di regata nel primo numero, ora parliamo dei ruoli a bordo.

Molti chiedono di partecipare anche solo come peso ma non sempre è possibile, i ruoli a bordo possono essere molti. In caso di barca piccola e quindi equipaggio ridotto, ogni membro andrà ad occuparsi di più ruoli, con una barca grande c’è la possibilità di avere molte persone a bordo che il loro unico obiettivo è fare zavorra.

Vediamo ora i vari possibili ruoli a bordo, andando nel dettaglio, e la situazione tipica di una barca come quelle sociali.

  1. Timoniere: colui che conduce la barca.
  2. Tattico: legge il campo di regata e osserva gli avversari per prevederne le mosse, decide quando manovrare.
  3. Randista: ruolo chiave, è l’uomo che regola la vela principale.
  4. Tailer di destra e di sinistra: regolano le vele di prua, sia che sia il genoa o una vela da andature portanti.
  5. Grinder: nel caso di barche grandi, randista e tailer regolano le vele, hanno la scotta in mano e cazzano e lascano, ma il “motore” sui verricelli per recuperare le scotte è il grinder.
  6. Stratega: lavora in tandem con il tattico, la sua attenzione è sul campo di regata, mentre il tattico pensa anche agli avversari.
  7. Drizzista: colui che si occupa di issare e ammainare le vele. Regola le tensioni delle drizze.
  8. Aiuto drizzista: in caso di vele importanti, il drizzista è affiancato da un aiuto
  9. Albero: durate le issate aiuta all’albero tirando i cavi delle drizze che poi vengono recuperati dal drizzista. In fase di ammainata aiuta col recupero delle vele a bordo.
  10. Aiuto prodiere: Ruolo in barche di dimensioni importanti di supporto al prodiere in tutte le manovre a prua. Finita l’ammainata si occupa di ripiegare le vele e sistemarle nel calavele.
  11. Prodiere: gestisce i cambi vela di prua e nelle manovre di virata controlla che a prua tutti fili lisci (vele incastrate su candelieri o all’albero, ….), nelle manovre di abbattuta controlla che la vela non si incattivisca sullo strallo e gestisce il passaggio del tangone.
  12. Zavorra: tutti con il peso contribuiscono alla regolazione di assetto della barca, in alcune barche di dimensioni importanti alcuni ricoprono solo questo ruolo.

Vediamo ora il caso tipico della barche sociali, prendiamo come esempio il first 8 dove spesso regato, l’equipaggio è solitamente formato da 5 persone ma anche in 4 si riesce a manovrare molto bene se preparati, soffrendo però la mancanza di peso.

Persona 1: Timoniere – Randista – Zavorra. Sul first 8 il timoniere di solito gestisce anche la randa, naturalmente senza l’aiuto di grinder, in caso di situazioni che lo richiedo può essere aiutato nella gestione del carrello.

Persona 2: Volanti – Drizzista – Zavorra. Si occupa di issare e ammainare le vele, gestendo le drizze. In ammainata spinnaker oltre a liberare la drizza, si occupa dell’ammainata vera e propria (in caso con l’aiuto del prodiere)

Persone 3 – 4: Tailer – Zavorra. Si occupano della regolazione di genoa e spinnaker. Non ci sono grinder, in caso di vento sostenuto, per cazzare le vele si aiutano a vicenda.

Persona 5: Prodiere – Albero. Si occupa di issare le vele dall’albero (poi il drizzista recupera la drizza e regola la tensione). Gestisce il tangone nelle abbattute, in fase di issata e ammainata. Lega il genoa a prua una volta ammainato. Nelle virate gestisce il problema “mutanda”: genoa a cavallo dei candelieri.

Il ruolo di tattico-stratega di solito spetta al più esperto in questo ruolo a bordo, comunque non è il solo ruolo che ricopre.

Come vedete per tutti ho scritto zavorra, in caso di vento fresco tutti salgono sopravvento e, timoniere escluso, si siedono in falchetta con le gambe all’esterno.

Vi lascio con la seguente poesia sui ruoli a bordo.

https://www.giornaledellavela.com/2018/06/25/la-poesia-dei-ruoli-a-bordo-godetevi-questo-capolavoro-di-pietro-fiammeghi/

Nel prossimo numero vedremo la delicata fase della partenza.

BV

Feder